Vai al contenuto
Tavola disegno 1

Come conservare il Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano è patrimonio e simbolo dell’enogastronomia italiana. Un prodotto artigianale, sano ma anche delicato.

Tramite piccoli accorgimenti vogliamo guidarti alla conservazione di questo prodotto al fine di mantenerne intatte tutte le proprietà organolettiche. In primis occorre distinguere il Parmigiano Reggiano preconfezionato sottovuoto da quello tagliato fresco o estratto dalla confezione. Due casi distinti, da cui conseguono diversi metodi di preservazione.

PARMIGIANO REGGIANO PRECONFEZIONATO SOTTOVUOTO

Il prodotto acquistato deve essere riposto in un ambiente refrigerato con una temperatura tra i 4 e gli 8 °C. Assicurati che la custodia sia integra, sigillata e non esposta ad ossigeno. Puoi conservarlo in frigorifero per diversi mesi e puoi conoscerne la data esatta leggendo direttamente sulla confezione.

PARMIGIANO REGGIANO TAGLIATO FRESCO O ESTRATTO DALLA CONFEZIONE

La temperatura di conservazione è la stessa del preconfezionato sottovuoto ma ti consigliamo di riporlo in un contenitore in vetro o plastica per evitare che la parte grassa del Parmigiano Reggiano possa assorbire gli odori dei cibi vicini.
In alternativa puoi avvolgerlo in una pellicola ad uso alimentare.
Livelli di umidità ottimali mantengono inalterate le proprietà organolettiche del prodotto.

Il nostro consiglio è di controllarne periodicamente lo stato. I giorni di conservazione variano a seconda della stagionatura: per il diciotto mesi è di circa 15 giorni, negli altri casi anche un mese. 

Qualora si dovesse presentare della muffa basta rimuoverla delicatamente utilizzando un coltello.  Il Parmigiano Reggiano non si butta mai!

//End query //Query for products